8 Febbraio 2022

Trova la risposta a qualsiasi domanda

Expand search form

Che cosa significa intracerebrale?

Un’emorragia intracerebrale (ICH) è un tipo di ictus, chiamato ictus emorragico, o “attacco al cervello”. Il suo nome si riferisce al sanguinamento (emorragia) all’interno del cervello (cerebro) causato da un vaso sanguigno che si rompe e crea una pozza di sangue chiamata ematoma nel cervello. Man mano che l’emorragia continua, l’ematoma diventa più grande, aumentando la pressione all’interno del cervello; la compressione del cervello può causare danni al cervello e portare a deficit neurologici, incoscienza o addirittura morte.

L’emorragia intracerebrale è una forma relativamente poco comune di ictus – causa solo il 10-15% di tutti gli ictus – ma questo significa ancora 100.000 nuovi casi negli Stati Uniti ogni anno. È più invalidante e ha un tasso di mortalità più alto dell’ictus ischemico, e può verificarsi a qualsiasi età. È leggermente più comune negli uomini che nelle donne.

Il danno causato da un’emorragia intracerebrale dipende dalla posizione dell’emorragia – ogni parte del cervello è responsabile di una funzione diversa, quindi un ictus emorragico mostrerà i suoi effetti sulla parte del corpo controllata dall’area del cervello colpita. A seconda della posizione e della gravità dell’ictus, un individuo può soffrire di paralisi parziale o intorpidimento, perdita della vista, cambiamenti di personalità, perdita di memoria o cambiamenti nelle abilità cognitive. Alcuni di questi effetti possono essere almeno parzialmente reversibili con la parola o la terapia fisica. Nei casi più gravi, l’emorragia intracerebrale causa danni cerebrali permanenti e perdita di funzioni, o la morte.

In tutti i casi, è necessario un trattamento medico immediato per fermare l’emorragia e ridurre la pressione causata dall’ematoma. (Vedere Chirurgia per l’emorragia intracerebrale).

L’ictus causato da un’emorragia intracerebrale è diverso dal tipo più comune di ictus, che si chiama attacco ischemico. Un attacco ischemico è causato da un blocco del flusso di sangue al cervello causato dalla malattia occlusiva della carotide o da altre condizioni che impediscono al sangue di raggiungere il cervello. Le persone che sperimentano un’emorragia intracerebrale tendono ad essere più giovani di quelle che hanno attacchi ischemici, che più comunemente si verificano in adulti più anziani. L’emorragia intracerebrale può verificarsi a qualsiasi età.

Quali sono le cause dell’emorragia intracerebrale?
Ci sono tre tipi di emorragia intracerebrale. La più comune è un emorragia subaracnoidea, che si verifica sotto lo strato aracnoideo delle meningi (gli strati protettivi che circondano il cervello e la spina dorsale). Queste emorragie subaracnoidee di solito si verificano come risultato di un incidente o di un altro trauma cranico, o di un aneurisma. Un emorragia intraparenchimale si verifica all’interno del tessuto cerebrale stesso e di solito è il risultato della pressione alta (ipertensione), un tumore, una malformazione cavernosa o una malformazione artero-venosa (AVM). Un emorragia intraventricolare si verifica nei ventricoli (camere del liquido) del cervello ed è solitamente causata da una malformazione vascolare. L’ictus emorragico può anche verificarsi come risultato dell’assottigliamento del sangue che viene con l’uso regolare di aspirina o l’uso di farmaci anti-coagulanti come Coumadin (warfarin). Gli individui che fumano, bevono o assumono droghe illegali sono anche a maggior rischio di ictus emorragico.

Revisionato da: Philip E. Stieg, PhD, MD
Ultima revisione/ultimo aggiornamento: Aprile 2021
Illustrazione di Thom Graves, CMI

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa significa la parola intracerebrale?

: situato o somministrato tra gli emisferi cerebrali iniezioni intercerebrali.

Continua…

Qual è la causa più comune di emorragia intracerebrale?

L’ICH è più comunemente causata da ipertensione, malformazioni arterovenose o trauma cranico. Il trattamento si concentra sull’arresto dell’emorragia, sulla rimozione del coagulo di sangue (ematoma) e sull’alleggerimento della pressione sul cervello.

Continua…

Qual è la differenza tra emorragia intracranica e intracerebrale?

È importante capire la differenza tra i termini emorragia intracranica ed emorragia intracerebrale. La prima si riferisce a tutte le emorragie che si verificano all’interno del cranio, mentre la seconda indica il sanguinamento all’interno del parenchima cerebrale.

Continua…

Cos’è l’emorragia intracerebrale?

L’emorragia intracerebrale (sanguinamento nel tessuto cerebrale) è la seconda causa più comune di ictus (15-30% degli ictus) e la più mortale. I vasi sanguigni trasportano il sangue da e verso il cervello. Le arterie o le vene possono rompersi, sia a causa di una pressione anormale o di uno sviluppo anomalo o di un trauma.

Continua…

Qual è il tasso di sopravvivenza di un’emorragia cerebrale?

Ogni anno, più di 20.000 persone negli Stati Uniti muoiono di emorragia intracerebrale. L’emorragia intracerebrale ha un tasso di mortalità a 30 giorni del 44%. L’emorragia intracerebrale pontina o di altro tipo ha un tasso di mortalità del 75% a 24 ore.

Continua…

Quanto tempo si può vivere con un’emorragia cerebrale?

Molti pazienti che hanno subito un’emorragia cerebrale sopravvivono. Tuttavia, i tassi di sopravvivenza sono ridotti quando l’emorragia si verifica in alcune aree del cervello o se l’emorragia iniziale era molto grande. Se un paziente sopravvive all’evento iniziale di un’emorragia intracranica, il recupero può richiedere molti mesi.

Continua…

Si può sopravvivere all’emorragia intracerebrale?

Circa la metà dei pazienti sopravvive all’emorragia intracerebrale (ICH), ma la maggior parte rimane con una disabilità significativa. La riabilitazione dopo l’ICH è il pilastro del trattamento per ridurre la disabilità, migliorare l’indipendenza nelle attività e restituire ai pazienti una partecipazione significativa nella comunità.

Continua…

Chi è a rischio di emorragia cerebrale?

Le emorragie intracerebrali possono verificarsi in chiunque a qualsiasi età. Tuttavia, le persone con la pressione alta sono ad un rischio maggiore di sviluppare un’emorragia intracerebrale. L’ipertensione, in particolare l’ipertensione non curata, è la causa più comune di emorragia intracerebrale.

Continua…

Come si dice intracerebrale?

0:010:23Come si pronuncia intracerebrale – YouTubeYouTube

Continua…

Emorragia è un termine comune per indicare la perdita di sangue?

Panoramica. Emorragia, chiamata anche emorragia, è il nome usato per descrivere la perdita di sangue. Può riferirsi alla perdita di sangue all’interno del corpo, chiamata emorragia interna, o alla perdita di sangue all’esterno del corpo, chiamata emorragia esterna. La perdita di sangue può verificarsi in quasi tutte le aree del corpo.

Continua…

Quanto tempo si vive dopo un’emorragia cerebrale?

Conclusioni: Abbiamo trovato che l’ictus emorragico è associato ad un rischio molto alto di morte nella fase acuta e subacuta. Il tasso di sopravvivenza dopo l’ictus emorragico era 26.7% in un periodo di cinque anni.

Continua…

Come l’emorragia cerebrale causa la morte?

Una mancanza di ossigeno nel cervello può portare al gonfiore, o edema cerebrale. Il sangue accumulato da un’emorragia può anche raccogliersi in una massa nota come ematoma. La pressione extra di questo può impedire all’ossigeno di raggiungere le cellule cerebrali, il che può portare alla loro morte.

Continua…

Quanto tempo si può vivere dopo un’emorragia intracerebrale?

Sopravvivere a un ictus emorragico dipende dalla gravità dell’ictus e da quanto velocemente la persona è in grado di ottenere il trattamento. Purtroppo, la maggior parte delle persone che hanno un ictus muore entro un paio di giorni. Circa un quarto dei sopravvissuti è in grado di vivere più di cinque anni, ma il processo di recupero è lungo e lento.

Continua…

Un’emorragia cerebrale è dolorosa?

Una persona con un’emorragia cerebrale può sperimentare: un forte mal di testa improvviso. collo rigido.

Continua…

Lo stress può causare un’emorragia cerebrale?

Lo stress emotivo o fisico può causare tali cambiamenti circolatori, mediati in parte dalla secrezione di catecolamine. Se è così, questo caso supporta l’ipotesi di Caplan1,4 che aumenti acuti della pressione sanguigna o del flusso sanguigno cerebrale possono causare la rottura di vasi cerebrali perforanti.

Continua…

Articolo precedente

Cosa causa l’apoptosi estrinseca?

Articolo successivo

Che cos’è il rodaggio nell’idraulica?

You might be interested in …

Cosa sono i requisiti esterni?

Ci sono due tipi di requisiti operativi: esterni e interni. I requisiti esterni si riferiscono allo stato di altri elementi del modello che non sono sottocomponenti dell’elemento dato. Per esempio, supponiamo di definire un computer […]

Cos’è il canto vario?

Sento cantare l’America, i canti variati che sento,Quelli dei meccanici, ognuno che canta il suo come deve essere allegro e forte,Il falegname che canta il suo mentre misura la sua tavola o la sua trave,Il […]