22 Gennaio 2022

Trova la risposta a qualsiasi domanda

Expand search form

Chi è Mefistofele nel Faust?

  • Statua di Mefistofele
  • Faust e Mefistofele
  • Mefistofele nel cielo

Una notte stellata, uno studioso tedesco di nome Faust decise che avrebbe dato qualsiasi cosa per poter comprendere e godere appieno del mondo. Voltando le spalle alla sua educazione cristiana, chiese al diavolo di illuminarlo, in cambio del quale avrebbe dato la sua anima. Invece di Satana, apparve un elegante demone di nome Mefistofele, che fu sorprendentemente riluttante ad accettare l’accordo.

Caratteristiche

Descrizione fisica

Come Faust, Mefistofele desiderava importanza ed eleganza prima di trasformarsi in demone. Queste brame si riflettono nella sua forma demoniaca, che è molto più umana e attraente di quella degli altri demoni.

Mefisto è solitamente descritto come un uomo pallido con i capelli scuri e i tratti molto appuntiti. Dalla barba a punta alle unghie affusolate e alle sopracciglia oblique, i tratti del demone sono allo stesso tempo delicati e minacciosi. Il suo costume esalta il suo aspetto naturale. Veste in raffinati abiti rinascimentali – maniche e pantaloni a sbuffo, un corto mantello, un berretto piumato e una calzamaglia che scompare nelle scarpe a punta – tutto in seta rossa e nera. Naturalmente, il suo look è completato da una spada scintillante infilata nella sua cintura.

Occasionalmente, Mefisto appare con alcuni tratti demoniaci rivelatori, come corna arricciate, ali o una coda spinata.

Personalità

In una parola, Mefistofele è complicato. Allo stesso tempo che serve Lucifero e consegna le anime all’inferno, non sembra apprezzare il suo lavoro.

Quando Mefisto appare per la prima volta a Faust, mette in chiaro la sua posizione. Per prima cosa, informa Faust che lui non vaga sulla terra in cerca di anime da corrompere. Invece, afferma che era “solo di passaggio” e ha percepito che Faust, che aveva tentato di evocare magicamente i demoni, era già sull’orlo della corruzione. Successivamente, Mefisto avverte Faust di cambiare i suoi modi, descrivendo gli orrori del suo “inferno privato” per cercare di convincere Faust che trattare con il diavolo è una cattiva decisione. Sfortunatamente, gli avvertimenti di Mefisto falliscono. Faust insiste che Mefisto sia suo schiavo per ventiquattro anni, dopo di che darà la sua anima al diavolo. Alla fine Mefisto accetta.

Come schiavo di Faust, Mefisto fa di tutto per far sì che il sacrificio di Faust valga la pena. Gli porta ricchezza, belle donne e ogni sorta di “piaceri terreni”. Soprattutto, porta Faust in grandi avventure, anche viaggiando nel tempo e volando verso le stelle con lui, in modo che possa capire tutto il creato. Alla fine, Faust proclama: “Se avessi tante anime quante sono le stelle, le darei tutte per Mefistofele”, dimostrando che il demone è un puro piacere senza fine.

Naturalmente, Mefisto non può condividere la gioia di Faust. Anche durante i loro viaggi più abbaglianti, continua a ricordare a Faust che rimpiangerà i loro ventiquattro anni di piacere quando dovrà passare l’eternità all’inferno. Mefisto fa anche innumerevoli osservazioni ciniche sull’umanità e la civiltà, come “tutto ciò che viene ad essere merita di perire miseramente; sarebbe meglio che nulla iniziasse”.

Da tutte le apparenze, Mefisto è un’anima amara che si risente sia del potere del diavolo che della debolezza dell’umanità. Dopo tutto, se il diavolo fosse più debole o le persone fossero meno forti, Mefisto potrebbe non essere intrappolato in un lavoro che odia, un lavoro che condanna altre anime al tormento eterno.

Eppure, Mefistofele è un demone, e si potrebbe mettere in dubbio la sua sincerità. È davvero così desideroso di impedire a Faust di fare un patto con il diavolo, o i suoi “avvertimenti” sono un abile atto di psicologia inversa. È davvero così disgustato dal suo lavoro, o sta semplicemente cercando di guadagnare la fiducia di Faust mostrando un po’ di compassione umana?

Rappresentazione culturale

Origine

Mefistofele e Faust non sono solo inseparabili nella leggenda, ma anche nella storia. Mefisto appare per la prima volta nella “Historia von D. Johann Fausten”, un opuscolo pubblicato in Germania intorno al 1587 che contiene la prima versione conosciuta della leggenda di Faust. Dato che la storia non ha altre tracce di un demone chiamato Mefisto, sembra che sia stato creato come cattivo appositamente per questo racconto.

La leggenda di Faust prese piede, e nei successivi 140 anni, furono pubblicati altri otto opuscoli, ognuno dei quali offriva la propria versione dell’affare che avvenne tra Faust e Mefisto. I pamphlet furono anche tradotti in diverse lingue e distribuiti in tutta Europa.

Nel 1808, Johann Wolfgang von Goethe pubblicò Faustun’opera teatrale che sarebbe diventata la versione più famosa della leggenda. Il Mefistofele di Goethe era significativamente diverso dal Mefistofele venuto prima di lui. Era più amaro contro l’umanità e più desideroso di reclamare l’anima di Faust. Nel frattempo, Faust è più riluttante ad accettare Mefistofele – e alla fine dell’opera, Faust viene perdonato dalla grazia di Dio e portato in cielo, invece di essere consegnato al diavolo, come era stato nelle versioni precedenti.

Spiegazione

Oggi, la fama di Faust mette in ombra Mefistofele. Anche se molte persone usano la parola “faustiano” per descrivere un sacrificio di virtù per ottenere conoscenza, potere o ricchezza, pochi ricordano il demone abbagliante che rese quel sacrificio così allettante.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa rappresenta Mefistofele nel Faust?

Ironicamente, anche se Mefisto rappresenta il male, può anche essere una forza inconscia per il bene. Questo è indicato in primo luogo dalla sua presenza al fianco di Dio nel “Prologo in Paradiso”, che implica che il male è una parte accettata e naturale del sistema universale di Dio.

Continua…

Mefistofele è il diavolo nel Faust?

Nella leggenda, Faust fa un accordo con il diavolo al prezzo della sua anima, Mefistofele agisce come agente del diavolo. … Nella versione del 1725, che Goethe lesse, Mefistofele è un diavolo sotto forma di un grigiastro convocato da Faust in un bosco fuori Wittenberg. Dai capitoli, il nome è entrato nella letteratura faustiana.

Continua…

Chi è Mephistophilis nel Dottor Faustus?

Mephistophilis è il secondo personaggio drammatico più importante del dramma. Appare nella maggior parte delle scene con Faustus. Quando viene visto per la prima volta da Faustus, è orrendamente brutto. Faustus lo manda via immediatamente e lo fa riapparire sotto forma di un frate francescano.

Continua…

Chi è Mefistofele in sintesi?

Mefistofele è il diavolo in persona, che offre i suoi servizi a Faust nella speranza di conquistare l’anima del grande uomo. Ha un rapporto gentile, anche se antagonista, con il Signore Dio, riconoscendo che, anche se lui stesso vuole sempre il male, alla fine contribuisce solo al bene che Dio ordina.

Continua…

Come venivano chiamati i rifugi antiatomici nella seconda guerra mondiale?

Rifugio Anderson
Un rifugio domestico comunemente usato, noto come rifugio Anderson, sarebbe stato costruito in un giardino e dotato di letti come rifugio dai raid aerei.

Continua…

Che cosa è un bunker noto anche come?

Si trovano più comunemente a fungere da guardiani dei putting green, ma spesso compaiono anche nei fairway e lungo i fairway. Un colpo giocato fuori da un bunker è chiamato “bunker shot”. I bunker stessi possono anche essere chiamati trappole, trappole di sabbia o bunker di sabbia. La maggior parte dei golfisti usa “trappola” e “bunker” in modo intercambiabile.

Continua…

Qual è un altro nome per un rifugio antibomba?

-rifugio antibomba (sostantivo) rifugio antibomba, ritiro, isola di sicurezza, zona di sicurezza.

Continua…

Come si chiamava un rifugio antiaereo interno?

Ufficialmente chiamato “rifugio d’acciaio sezionale”, era universalmente chiamato “l’Anderson”, dal nome di Sir John Anderson, l’architetto della protezione antiaerea prima della guerra e il primo ministro degli interni in tempo di guerra.

Continua…

Quali sono i poteri di Mefistofele?

Mefisto (Marvel Comics)MefistoSpecieDemoneAffiliazioni di squadraMano a Sei Dita Legione MaledettaNotevoli pseudonimiMefistofele, Satana, Lucifero, Belzebù, il diavoloAbilità Attributi fisici e intelligenza sovrumani Immortalità Poteri magici7 altre righe

Continua…

Qual è la relazione tra il dottor Faustus e Mefistofele?

Il desiderio fondamentale di Faustus è quello di non essere mai schiavo di nulla, ma di essere padrone del mondo intero. Per questo desiderio vende la sua anima. Mefistofele diventa quindi il servo di Faustus per ventiquattro anni e deve eseguire ogni desiderio e comando di Faustus.

Continua…

Qual è la motivazione di Mefistofele?

Mefistofele agisce come incarnazione dell’oscurità e del male per evidenziare certe caratteristiche in Faust. Inaspettatamente, il suo comportamento demoniaco trasforma Mefistofele in un protagonista, in quanto motiva l’azione di Faust e lo porta a una maggiore comprensione.

Continua…

Che tipo di personaggio è Mefistofele?

Molto simile alle rozze interpretazioni odierne del diavolo, Mefistofele era uno scettico, un giocatore d’azzardo, sicuro di sé, arguto, testardo, intelligente, creativo, tentatore e, naturalmente, malvagio. C’erano cose molto ironiche su di lui. Anche se era malvagio, era una forza di bontà.

Continua…

Mefistofele è un trickster?

Secondo Premethine Shakeslock, professore ed esperto di occulto, ci sono testimonianze di incontri con Mefistofele che risalgono a migliaia di anni fa, in molte culture e sotto molti nomi. È l’archetipo di un diavolo ingannatore, poiché gioca con le vittime e si nutre di patti sopra ogni cosa.

Continua…

Cos’è un rifugio Anderson?

Che cosa erano i rifugi Anderson? Questi rifugi erano semisepolti nel terreno con la terra ammucchiata sopra per proteggerli dalle esplosioni delle bombe. © L’Imperial War Museum. Erano composti da sei lastre di ferro ondulato imbullonate insieme nella parte superiore, con piastre di acciaio alle due estremità, e misuravano 6ft 6in per 4ft 6in (1,95m per 1,35m).

Continua…

Cos’è un riparo comunale?

Rifugio comunale su strada Si riconobbe subito la necessità di proteggere i cittadini che si trovavano per strada o in spazi pubblici. Un grande programma di rifugi comunali di strada fu iniziato nel marzo 1940. Questi rifugi di superficie erano destinati ad accogliere cinquanta persone.

Continua…

Articolo precedente

Quali vestiti indossare per prevenire le scottature?

Articolo successivo

Oxydol è sicuro per i colori?

You might be interested in …

L’ADA si applica alle case unifamiliari?

I costruttori e gli sviluppatori continuano a ricevere informazioni contrastanti su come rispettare il Fair Housing Act (FHA) e l’Americans with Disabilities Act (ADA) nei loro progetti, soprattutto quando si tratta di alloggi multifamiliari. Una […]

L’aspirina fa bene alle rose?

Eppure, questo è un piccolo consiglio utile da tenere a mente la prossima volta che avete delle rose fresche tagliate a casa. Vi spiegheremo come usare l’aspirina e perché funziona nel mantenere le rose fresche. […]

Cos’è una corda di juta?

Chris Scalise è uno scrittore freelance, content manager e specialista SEO con quasi 20 anni di esperienza nel settore. Dopo aver conseguito la laurea in inglese presso la University of California, Riverside, Scalise ha messo […]