23 Gennaio 2022

Trova la risposta a qualsiasi domanda

Expand search form

Chi ha creato il fosforo?

L’Università di St Andrews fornisce finanziamenti come membro di The Conversation UK.

The Conversation UK riceve finanziamenti da queste organizzazioni

  • Email
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
  • WhatsApp
  • Messenger

È il momento di comprare un sacco di candele. E se le accendiamo con i fiammiferi, sarà possibile solo grazie all’anniversario in questione. È il 350° compleanno della scoperta del fosforo, un elemento essenziale per la vita come la conosciamo.

La storia di come il 15° elemento della tavola periodica è stato scoperto è uno dei grandi incidenti dell’impresa umana – l’equivalente del chimico, forse, di Colombo che partì per l’India solo per trovare le Americhe per errore. Nel caso del fosforo, l’esploratore era Hennig Brand, un alchimista e mercante del XVII secolo di Amburgo, Germania.

Brand stava cercando di raggiungere uno dei grandi obiettivi dell’alchimia, fare la pietra filosofale. Gli alchimisti pensavano che fosse l’elisir di lunga vita, capace di trasformare il piombo in oro. Ma dove trovare questa sostanza leggendaria?

Brand era convinto che la risposta fosse l’urina umana, per due buone ragioni. Primo, l’oro e l’urina avevano un colore simile. Secondo, l’urina proveniva dal corpo umano, che era considerato dagli alchimisti come un’opera di perfezione.

La scoperta

Il processo effettivo che Brand mise a punto nel 1669 fu notevole. Si farebbe fatica a ripeterlo in un capanno da giardino al giorno d’oggi – a meno che non si abbiano dei vicini disposti a tollerare odori estremamente cattivi. Brand concentrò grandi quantità di urina umana e la lasciò fermentare. Ha poi riscaldato i residui, eseguendo la distillazione a secco, come raffigurato qui sotto nel dipinto di Joseph Wright del 1795, l’Alchimista alla ricerca della pietra filosofale.

Brand rimase con un solido bianco e ceroso che brillava al buio anche in una bottiglia chiusa, e che bruciava spontaneamente con una fiamma bianca molto brillante quando esposto all’aria. Incuriosito da queste proprietà, lo chiamò fosforo perché questo significava “portatore di luce” in greco. Tentò molte volte di usare la sostanza per trasformare il piombo in oro, ma senza successo.

Presumibilmente deluso, Brand può aver pensato di aver trovato invece uno degli altri grandi postulati dell’alchimia, il flogisto puro. L’alchimia aveva una struttura spirituale radicata principalmente nell’antica filosofia greca, che stabiliva che tutta la materia è formata da quattro elementi, o qualità – aria, terra, fuoco e acqua. Quando il calore e la luce venivano generati durante la combustione, gli alchimisti pensavano che fosse a causa del flogisto, un elemento simile al fuoco che era contenuto negli oggetti combustibili e che veniva rilasciato quando questi bruciavano.

La teoria del flogisto non fu sfatata fino al 1770, quando Antoine-Laurent Lavoisier dimostrò che la combustione è una reazione con un gas – l’ossigeno. Più di un secolo dopo, è diventato possibile trasmutare un metallo in un altro – ma usando un reattore nucleare piuttosto che una pietra filosofale. Economicamente, però, il processo non ha mai avuto senso perché solo piccole quantità di metalli nobili come l’oro possono essere prodotte in questo modo.

D’altra parte, la scoperta del fosforo ha aperto un nuovo capitolo folgorante in quella che è diventata la chimica moderna. Circa 50 anni dopo la scoperta di Brand, Johann Thomas Hensing, professore di medicina all’Università di Giessen nella Germania centrale, dimostrò che il fosforo era presente anche nel cervello umano (ci sarebbero voluti decenni più tardi per dimostrare che esistevano anche minerali contenenti fosforo).

Le prime medicine contenenti fosforo elementare cominciarono ad essere vendute, forse pensando che “se è nel tuo cervello, deve essere buono per te”. Questo si è rivelato essere gravemente errato, tuttavia, poiché il fosforo bianco è in realtà molto tossico – una dose fatale è solo 1mg per chilogrammo di massa corporea. I pazienti finirono per essere avvelenati come risultato.

Portatore di vita e di morte

Tuttavia, il fosforo è biologicamente vitale. Il corpo umano medio contiene circa 0,5 kg di fosforo, la maggior parte sotto forma di fosfato per rendere forti ossa e denti. Il fosforo è anche fondamentale per tenere insieme le molecole di DNA e RNA – la spina dorsale di queste lunghe strutture simili a catene contiene due gruppi fosfato per ogni coppia di basi nucleiche. Senza fosforo, è difficile immaginare qualsiasi tipo di vita.

Gli alimenti ricchi di fosforo includono varie carni, frutti di mare, lenticchie, fagioli, noci e semi. All’altra estremità dello spettro, il fosforo bianco è stato usato a lungo nel veleno per topi. Ancora più estremi, gli agenti di guerra chimica Sarin e VX sono composti di fosforo. Il Sarin, per esempio, è 21 volte più letale del cianuro di potassio. È un grande esempio di come gli elementi che si presentano in forme diverse possono avere sia apparenze che effetti biologici molto diversi.

Il fosforo ha molte altre caratteristiche positive. Insieme all’azoto, i fosfati costituiscono la base dei fertilizzanti largamente usati in agricoltura. Non esiste un sostituto del fosforo in questo ruolo; non può essere sostituito da nessun altro elemento nelle piante.

Questo solleva un problema importante. Le forniture di roccia fosfatica – l’unico importante minerale di fosforo – sono limitate. Tanto che il fosforo è stato elencato tra gli “elementi in pericolo” dove c’è un rischio per la fornitura futura. Il problema è che il fosforo usato come fertilizzante finisce dissolto nei fiumi e negli oceani come fosfato solubile, finendo per diventare sedimento. Attualmente non c’è un modo economicamente valido di recuperarlo, e gli scienziati prevedono una carenza entro circa 30-40 anni.

Questo indica la necessità di sviluppare il riciclaggio del fosforo, idealmente nel punto prima che diventi altamente diluito nei nostri corsi d’acqua. Come si può fare? Gli esseri umani consumano ogni anno 3 milioni di tonnellate di fosforo in più del necessario, che alla fine viene espulso come urina e feci. Riciclare il fosforo dai rifiuti umani potrebbe non sembrare un’impresa molto edificante, ma sarà una gallina dalle uova d’oro per chiunque trovi il modo di farlo.

Questo solleva un punto interessante. Si è tentati di guardare con divertimento il modo in cui Brand ha trovato il fosforo nei secchi di urina. Si può scoprire che con il senno di poi di 350 anni, si stava concentrando esattamente sul posto migliore, dopo tutto.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Il fosforo è prodotto dall’uomo?

Il fosforo non si trova nella sua forma elementare pura sulla Terra, ma si trova in molti minerali chiamati fosfati. La maggior parte del fosforo commerciale è prodotto dall’estrazione e dal riscaldamento del fosfato di calcio. Il fosforo è l’undicesimo elemento più abbondante nella crosta terrestre. Il fosforo si trova anche nel corpo umano.

Continua…

Come si è scoperto il fosforo?

Hennig Brand, (fiorito 1670, Amburgo [Germania]), chimico tedesco che, attraverso la sua scoperta del fosforo, divenne il primo scopritore conosciuto di un elemento. Verso il 1669 isolò dall’urina un materiale bianco e ceroso e lo chiamò fosforo (“portatore di luce”), perché brillava al buio.

Continua…

Dove si trova il fosforo?

Il fosforo può essere trovato sulla terra in acqua, suolo e sedimenti. A differenza dei composti di altri cicli di materia il fosforo non può essere trovato nell’aria allo stato gassoso. Questo perché il fosforo è solitamente liquido a temperature e pressioni normali. È principalmente in circolazione attraverso l’acqua, il suolo e i sedimenti.

Continua…

Qual è la fonte originale del fosforo?

Il fosforo elementare è stato isolato per la prima volta dall’urina umana, e la cenere di ossa è stata un’importante fonte di fosfato all’inizio. Le miniere di fosfato contengono fossili perché il fosfato è presente nei depositi fossilizzati dei resti animali e degli escrementi.

Continua…

Chi ha scoperto il fosforo 32?

Hevesy fu il primo ricercatore a utilizzare il 32P nella ricerca biologica. La sua prima pubblicazione con il 32P, nel 1935, era intitolata “Indicatori radioattivi nello studio del metabolismo del fosforo nei ratti” [3].

Continua…

Quando è stato scoperto il fosforo?

1669
Fosforo/scoperto

Continua…

Chi ha scoperto il fosforo nel DNA?

Hennig Brand
Nel caso del fosforo, l’esploratore fu Hennig Brand, un alchimista e mercante del XVII secolo di Amburgo, in Germania.

Continua…

Chi ha trasformato l’urina in oro?

Hennig Brand
Ma è stato un alchimista tedesco, Hennig Brand, che ha fatto una delle scoperte più notevoli del mondo lavorando con la pipì. E tutto avvenne per caso. Inizialmente cercò di trasformare la pipì in oro, nella speranza di diventare ricco. Dopo tutto, la pipì è abbondante.

Continua…

Qual è un altro nome per il fosforo?

Fosforo Sinonimi – WordHippo Thesaurus….Qual è un’altra parola per Fosforo? EosphorusLuciferMorning StarPhosphor1 altra riga

Continua…

Qual è la differenza tra fosforo e fosfato?

Il fosforo è un elemento chimico non metallico plurivalente del gruppo VA. Il fosfato è un derivato chimico dell’acido fosforico, contenente lo ione fosfato (PO3-4). … Il simbolo del fosforo è P. La formula chimica dello ione fosfato è PO.

Continua…

Resteremo senza fosforo?

Ai livelli di consumo attuali, esauriremo le riserve di fosforo conosciute in circa 80 anni, ma il consumo non rimarrà ai livelli attuali. Quasi il 90% del fosforo è usato nella catena alimentare globale, la maggior parte nei fertilizzanti per le colture.

Continua…

Come viene creato il fosforo-32?

Come sostanza di base usiamo zolfo non pulito chimicamente puro. Nel reattore i nuclei di zolfo-32 sotto l’influenza dei neutroni causano una reazione e come risultato otteniamo l’isotopo fosforo-32. … Possiamo produrlo dallo zolfo arricchito con l’isotopo zolfo-33 sulla stessa linea di prodotti. Il tempo di dimezzamento del fosforo-33 è di 25 giorni.

Continua…

Come si forma il fosforo-32?

Il fosforo 32 (P-32) è l’isotopo del fosforo il cui nucleo consiste di 15 protoni e 17 neutroni. Si disintegra emettendo una particella β- (1,71 MeV) in 32S con un’emivita di 14,263 giorni. È una sostanza radioattiva artificiale ottenuta mediante bombardamento neutronico di fosforo stabile.

Continua…

Chi ha inventato lo zolfo?

ZolfoNumero CAS7704-34-9StoriaScopertaCinese (prima del 2000 a.C.)Riconosciuto come elemento da Antoine Lavoisier (1777)42 altre righe

Continua…

Chi ha scoperto l’urina?

Gli alchimisti hanno passato molto tempo a cercare di estrarre l’oro dall’urina, il che ha portato a scoperte come il fosforo bianco dell’alchimista tedesco Hennig Brand quando distillava urina fermentata nel 1669. Nel 1773 il chimico francese Hilaire Rouelle scoprì il composto organico urea facendo bollire l’urina a secco.

Continua…

Cosa potrebbe fare la Pietra dei Filosofi con l’urina?

Così, a metà del 1600, l’alchimista Hennig Brand, prendendo quella frizzante tonalità dorata come un segno, pensò di poter rendere la Pietra Filosofale una realtà con i cristalli della pipì bollita. Vedete, gli alchimisti sapevano già che se urinava, faceva ammoniaca, un ingrediente utile per fare specchi d’argento.

Continua…

Articolo precedente

Qual è la funzione della massa cellulare interna?

Articolo successivo

Come misurate il successo della RPA?

You might be interested in …

Cos’è lo sharding in Elasticsearch?

Sto cercando di capire cos’è lo shard e la replica in Elasticsearch, ma non sono riuscito a capirlo. Se scarico Elasticsearch ed eseguo lo script, allora da quello che so ho avviato un cluster con […]

In che modo la Terra è un sistema?

I cinque sistemi della Terra (geosfera, biosfera, criosfera, idrosfera e atmosfera) interagiscono per produrre gli ambienti che ci sono familiari. Biologia, Ecologia, Scienza della Terra, Climatologia, Geologia, Oceanografia Foresta pluviale del Grande Orso Le foreste […]