25 Gennaio 2022

Trova la risposta a qualsiasi domanda

Expand search form

Ci sono alberi di mele in Inghilterra?

La stagione del raccolto è finita e ora possiamo mangiare, cuocere, conservare e in generale godere dei frutti del nostro lavoro collettivo. Ma quando dai un morso a una mela ti fermi mai a chiederti: da dove vengono le mele? E come sono finite qui in Gran Bretagna?

Da dove sono nate le mele?

Ci sono ben 2.170 varietà di mele coltivate in Inghilterra, e tutte sono state selezionate e coltivate appositamente per le loro proprietà desiderabili, come dimensioni, gusto e consistenza. Le mele moderne che troviamo nei negozi o che coltiviamo nei nostri frutteti rientrano tutte nel raggruppamento collettivo del nome latino Malus domestica.

Nel 1929, lo scienziato russo Nikolai Vavilov tracciò per la prima volta il genoma della mela. Ha identificato l’antenato primario della maggior parte delle cultivar della mela domestica nell’antico melo: Malus sieversii. C’è stata qualche controversia su questo, ma da allora è stato confermato, attraverso test dettagliati del DNA e un sequenziamento completo del genoma, nel 2010.

Malus sieversii è una mela selvatica, originaria dell’Asia centrale, in particolare delle Monti Tian Shan del Kazakistandove sono cresciute per milioni di anni e dove si possono trovare ancora oggi a fruttificare. Le mele selvatiche originali crescevano in “foreste di mele” ai piedi delle montagne innevate e si estendevano per chilometri e chilometri. I frutti erano di tutte le forme e dimensioni diverse e di una grande varietà di gusti (anche se la maggior parte non era molto appetibile).

Il Kazakistan è enormemente orgoglioso della sua storia fruttuosa. La città di Almaty, dove si trovano queste foreste di mele, ha rivendicato l’onore di “luogo di nascita della mela” circa 100 anni fa. Almaty è la seconda città più grande del Kazakistan (un tempo era la capitale) e questo titolo non è un riconoscimento del tutto nuovo. Guardando indietro di centinaia di anni, il suo nome “Almaty” era precedentemente registrato come “Alma-Ata” che si traduce dal kazako come “Padre delle mele”.

Quindi gli antenati delle nostre mele hanno avuto origine nelle foreste di mele selvatiche nelle montagne Tian Shan del Kazakistan, ma come sono arrivati in Gran Bretagna?

Montagne ad Almaty, con meli selvatici in primo piano

Foto di meli selvatici e montagne ad Almaty, di Cynthia & Niko www.journalofnomads.com

Come sono finiti qui in Gran Bretagna?

Beh, avrete sentito chiedere: cosa hanno mai fatto i romani per noi? Voglio dire, a parte i servizi igienici, la medicina, l’istruzione, il vino, l’ordine pubblico, l’irrigazione, le strade, un sistema di acqua dolce e la salute pubblica, cosa hanno fatto i Romani davvero mai fatto per noi? Beh, eccone uno importante: ci hanno portato le mele.

Gli scienziati ritengono che gli uccelli e gli orsi avrebbero trasportato i semi di mela fuori dal Kazakistan molto prima che gli umani iniziassero a coltivarli – mangiando le mele e poi facendo la cacca sui semi. I Romani scoprirono la coltivazione delle mele in Siria e da lì ebbero un ruolo centrale nella loro diffusione in tutto il mondo, utilizzando la Via della Seta come mezzo di trasporto da est a ovest.

I Romani praticavano l’abilità dell’innesto – selezionando selettivamente le mele che volevano, in base alle loro dimensioni e al loro gusto. L’innesto è l’incredibile processo di prendere una talea dalla varietà di mela scelta e attaccarla a un portainnesto (giovani radici e tronco) di un altro albero. Questo è necessario perché i meli cresciuti dai semi non crescono in modo fedele ai loro frutti genitori. È un’abilità ancora usata per quasi tutti i meli coltivati oggi (The Orchard Project organizza ogni anno una serie di workshop sull’innesto).

In questo modo, i Romani iniziarono a coltivare in Gran Bretagna mele più grandi, più dolci e più saporite di qualsiasi altra prima. E per questo li ringraziamo!

In sintesi

Quindi ci siamo, gli antenati delle mele come le conosciamo oggi vengono dal Kazakistan. Si diffusero naturalmente in Siria, dove i Romani li raccolsero e viaggiarono lungo la Via della Seta per portarli in Oriente. Impararono a innestare e iniziarono a coltivare mele simili a quelle che conosciamo e godiamo oggi.

Legame con il clima

Oltre ad essere una storia affascinante, questo pezzo di storia potrebbe essere utile oggi. La crisi climatica sta creando un ambiente difficile per la coltivazione del cibo, e le nostre mele attuali, Malus domestica, potrebbero lottare. Alcuni recenti programmi di selezione hanno guardato ai loro antenati, Malus sieversii, per sviluppare mele più adatte a condizioni di crescita più fredde e umide.

Ora c’è un po’ di cibo per pensare mentre dai un morso a quella Golden Delicious!

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Possono crescere i meli nel Regno Unito?

Condizioni climatiche e posizione – i meli sono completamente resistenti nel Regno Unito, ma alcune condizioni climatiche e posizioni possono danneggiare i fiori e/o impedire agli insetti di fare il loro lavoro di impollinazione. Alcune varietà sopportano meglio di altre le condizioni climatiche avverse.

Continua…

Dove crescono i meli nel Regno Unito?

Condizioni del suolo – I meli sono ragionevolmente tolleranti alle condizioni del suolo, ma preferiscono un terreno drenante ma non sabbioso. Posizione – In pieno sole o in ombra parziale, lontano dai venti forti. Evitare le sacche di gelo e, se non è possibile, scegliere con cura la varietà di albero.

Continua…

L’Inghilterra ha frutteti di mele?

Da 1.500 produttori di mele e pere registrati nel 1987, ora ce ne sono solo 500. Contee come l’Essex, la Cornovaglia e il Kent – quest’ultimo una volta conosciuto come il “giardino d’Inghilterra” per i suoi frutteti – hanno perso fino al 90% dei loro alberi da frutto. La mela è il frutto nazionale della Gran Bretagna.

Continua…

Le mele sono native dell’Inghilterra?

I Romani iniziarono a coltivare mele in Gran Bretagna che erano più grandi, più dolci e più saporite di quelle precedenti. E per questo li ringraziamo! Quindi ci siamo, gli antenati delle mele come le conosciamo oggi vengono dal Kazakistan.

Continua…

Da dove vengono le mele del Regno Unito?

Solo un terzo delle mele consumate ogni anno nel Regno Unito sono coltivate qui, le altre sono importate da paesi lontani come la Nuova Zelanda e il Cile e devono essere trasportate nel Regno Unito via mare. Non trattate, maturerebbero troppo e perderebbero le sostanze nutritive, oltre alla loro croccantezza.

Continua…

Quale frutta è originaria del Regno Unito?

I frutti nativi delle isole britanniche, e che fino al tredicesimo o quattordicesimo secolo dovevano essere gli unici conosciuti dalla gente comune, sono i seguenti: -piccole prugne viola, prugnole, ribes selvatico, rovi, lamponi, fragole di bosco, mirtilli rossi, more, mirtilli rossi, bacche di erica, sambuco…

Continua…

Come sono arrivate le mele nel Regno Unito?

Dai romani i francesi appresero grandi capacità di coltivazione della frutta che furono sviluppate nei monasteri. Questa conoscenza – che includeva un’esperta produzione di sidro – fu portata in Gran Bretagna durante la conquista normanna del 1066, insieme a nuove varietà di sidro e mele da dessert.

Continua…

Dove posso andare a raccogliere mele nel Regno Unito?

Ecco alcuni dei migliori posti del Regno Unito per la raccolta delle mele:I migliori per il sidro: Eddisbury Fruit Farm, Cheshire. … Il migliore per il divertimento in famiglia: Court Farm and Leisure, Herefordshire. … Il migliore per i prodotti: Grange Farm, West Sussex. … Migliore per la storia: Hewitts Farm, Kent.

Continua…

Quali alberi da frutto crescono in Inghilterra?

Quasi tutte le mele, le pere, le prugne e le ciliegie possono essere coltivate con successo qui, e sono possibili anche frutti che richiedono climi continentali più caldi, come albicocche, pesche e nettarine, se si presta attenzione alla loro situazione.

Continua…

Come si identifica un melo UK?

Il melo è di dimensioni medio-piccole e misura fino a 10 m di altezza. Da notare: le sue foglie, che sono leggermente lanose sopra e densamente lanose sotto; e i suoi grandi frutti da verdi a rossi. Si riconoscono in inverno per: la corteccia di colore tipicamente grigio e spesso con protuberanze, squame o creste.

Continua…

Quale frutta cresce bene in Inghilterra?

Quasi tutte le mele, le pere, le prugne e le ciliegie possono essere coltivate con successo qui, e sono possibili anche frutti che richiedono climi continentali più caldi, come albicocche, pesche e nettarine, se si presta attenzione alla loro situazione.

Continua…

Quali sono gli alberi da frutto più resistenti?

Gli alberi da frutta resistenti al freddo includono mele (Gala, Honeycrisp, McIntosh, & Sweet Sixteen), ciliegie (English Morello, Meteor, Montmorency, & North Star), pere (Flemish Beauty, Luscious, Max Red Bartlett, & Seckel), e prugne (Alderman, Blue Damson, Stanley, & Superior).

Continua…

Gli alberi di limone possono crescere nel Regno Unito?

Gli agrumi non sono resistenti in Gran Bretagna, ma possono essere coltivati in vasi all’aperto in estate e portati dentro per l’inverno. Di tutti gli agrumi, la maggior parte dei giardinieri coltiva i limoni; i kumquat sono i più tolleranti al freddo; altri, come i lime e i pompelmi, hanno bisogno di più calore.

Continua…

Gli alberi di mango possono crescere nel Regno Unito?

Sì, è davvero possibile coltivare i manghi nel Regno Unito nelle giuste condizioni. Gli alberi di mango normalmente crescono fino a 15-20 piedi nel campo, ma possono essere tenuti in un vaso e potati fino a un più gestibile 12-15 piedi con un po’ di cura.

Continua…

Quale frutta non può essere coltivata nel Regno Unito?

Fonti governative a volte citano una cifra del 75%, ma questo esclude gli elementi “non indigeni” come la frutta esotica – banane e mango, tè, caffè e spezie – alimenti che non possono essere coltivati (per niente o su scala significativa) nel Regno Unito.

Continua…

Articolo precedente

Quanto costa il rivestimento delle finestre?

Articolo successivo

Come si usa il microfono Turtle Beach su ps4?

You might be interested in …

Che cos’è il rodaggio nell’idraulica?

Quando si tratta di blocchi nell’impianto idraulico, l’asportazione delle fognature è un metodo usato per eliminare il blocco e far scorrere di nuovo le cose. I blocchi possono causare gravi danni alla tua casa e […]

Cos’è la tecnica skinfold?

La misurazione della plica cutanea è un metodo comune per determinare la composizione del grasso corporeo. I calibri sono utilizzati per misurare lo spessore della pelle in una serie di siti intorno al corpo. Una […]

Posso usare la resina epossidica sul parabrezza?

In questo articolo di manutenzione automobilistica sui prodotti per la riparazione del parabrezza per la vostra auto, discuteremo il processo per riparare una crepa nel vostro parabrezza attraverso l’uso di epossidica di riparazione. L’epossidica di […]