14 Gennaio 2022

Trova la risposta a qualsiasi domanda

Expand search form

Quali riforme fece Peisistrato?

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l’articolo.

Peisistratus

Peisistratus, scritto anche Pisistratus(nato nel VI secolo – morto nel 527 a.C.), tiranno dell’antica Atene la cui unificazione dell’Attica e il consolidamento e il rapido miglioramento della prosperità di Atene contribuirono a rendere possibile la successiva preminenza della città in Grecia.

Ascesa al potere

Nel 594 il parente della madre di Pisistrato, il riformatore Solone, aveva migliorato la posizione economica delle classi inferiori ateniesi, ma la riorganizzazione soloniana della costituzione non aveva eliminato le aspre contese aristocratiche per il controllo dell’arconte, la carica di capo esecutivo. Quando Peisistrato raggiunse l’età adulta, le due maggiori fazioni in lizza erano chiamate la Pianura, guidata da Licurgo, e la Costa, guidata da Megacle.

Durante una guerra con la città di Megara intorno al 565, Peisistrato ottenne fama militare prendendo il porto megarese. Organizzò una propria fazione, chiamata i collinari, un gruppo che includeva famiglie nobili del suo stesso distretto, la parte orientale dell’Attica, e anche una parte molto considerevole della crescente popolazione della città di Atene. Ad un certo punto Peisistrato tagliò se stesso e i muli del suo carro e fece un’entrata drammatica nell’agorà (mercato) per mostrare come i suoi nemici lo avevano ferito. Il popolo gli votò l’uso di una guardia del corpo di cittadini armati di bastoni, con l’aiuto dei quali si impadronì dell’Acropoli e tenne brevemente il potere nel 560/559. Per aumentare il suo sostegno contrasse un matrimonio di breve durata con la figlia di Megacle e acquisì nuovamente un potere temporaneo ad Atene (probabilmente 556-555), ma Licurgo e Megacle si unirono per cacciarlo.

Per diversi anni Peisistrato fu un esule nella Grecia settentrionale. Egli pose una solida base per il suo ritorno, sfruttando le miniere d’argento e d’oro del monte Pangeo e ottenendo l’appoggio dei conservatori a Tebe, Argo, Nasso e altrove. Nel 546 andò a Eretria sull’isola di Eubea, con le forze fornite dai suoi fondi e dai suoi amici, e da questa base invase l’Attica. A Pallene, vicino al monte Imetto, lanciò un attacco a sorpresa all’esercito ateniese nel caldo di mezzogiorno, mentre i suoi nemici giocavano o dormivano. Dopo una vittoria completa, Peisistrato divenne padrone di Atene per la terza volta e rimase al potere fino alla sua morte nel 527. I suoi figli Ippia e Ipparco gli succedettero.

Gli occasionali sforzi moderni di interpretare le fazioni coinvolte nell’ascesa di Pisistrato come rappresentanti semplicemente di diversi interessi economici o blocchi puramente geografici sembrano mal concepiti, né si può sperare di penetrare le leggende su Pisistrato per discernere la sua personalità. La sua carriera fino al 546 mostra persistenza, destrezza e abilità diplomatica; una volta padrone, seguì un programma che piacque soprattutto alla popolazione cittadina, ma che piacque anche alla maggioranza rurale.

Tiranno di Atene

Peisistrato era padrone di Atene con l’uso della forza, quindi in termini greci era un tyrannos. Mantenne una guardia del corpo mercenaria, composta in parte da arcieri sciti; potrebbe aver disarmato i cittadini; e certamente mise in salvo sull’isola di Naxos gli ostaggi delle famiglie più importanti. Tuttavia conservò le forme costituzionali di governo e le fece funzionare in modo più efficiente. Alcuni aristocratici collaborarono e gli fu permesso di ricoprire la carica annuale di arconte; altri andarono in esilio. Una volta Peisistrato, accusato di omicidio, si presentò davanti alla corte il giorno del processo, ma il suo accusatore non osò sporgere denuncia.

Le sue politiche interne sembrano essere state progettate per aumentare l’unità e la maestà dello stato ateniese. Poiché la religione era strettamente intrecciata con la struttura della polis greca, o città-stato, molti dei suoi passi erano riforme religiose. Portò il grande santuario di Demetra a Eleusi sotto il controllo dello stato e costruì la prima grande sala dei misteri (Telesterion) per i riti annuali di iniziazione al culto. Molti culti locali dell’Attica furono trasferiti in città o vi ebbero santuari distaccati. Artemide, per esempio, continuò ad essere adorata a Brauron, ma ora c’era anche un santuario di Artemide sull’Acropoli. Soprattutto, Atena divenne la divinità principale da venerare per tutti i cittadini ateniesi. Peisistrato costruì una porta d’ingresso (poi distrutta e sostituita dai Propilei di Pericle) sull’Acropoli e forse costruì un vecchio Partenone sotto il tempio che ora si trova sulla cresta dell’Acropoli. Sull’Acropoli sono stati trovati molti frammenti scolpiti di pietra calcarea provenienti da edifici peisistratidi, e si possono ancora vedere le fondamenta di un grande tempio incompiuto.

Anche i festival e la letteratura fiorirono in epoca peisistratide. Il tiranno esaltò la gloria dei Panathenaea, una festa annuale ad Atena, accentuando i Grandi Panathenaea (ogni quattro anni) con gare atletiche e premi per i bardi che recitavano le epopee omeriche. Dopo che il culto di Dioniso fu posto sotto il patrocinio dello Stato, alle Dionisiache annuali furono assegnati premi per il canto dei ditirambi e, dal 534, per la rappresentazione di tragedie. Poeti come Anacreonte vissero alla corte di Peisistrato e dei suoi figli, che incoraggiarono anche la raccolta di oracoli e sostennero il famoso indovino Onomacrito.

Contributo alla crescita di Atene

In questo periodo Atene stessa stava diventando una città, piuttosto che un agglomerato di villaggi. Peisistrato migliorò il suo approvvigionamento idrico costruendo un acquedotto che alimentava la fontana Enneakrounos sul bordo dell’agorà. Abbellì e sistemò anche il mercato stesso; negli scavi dell’agorà sono stati trovati segni di confine del VI secolo. Appena fuori la città, sulle rive del torrente Ilissus, iniziò un tempio a Zeus Olimpico, ma questo non fu finito fino al regno dell’imperatore romano Adriano.

Nelle campagne, Solone aveva incoraggiato la coltivazione di ulivi e viti per produrre colture commerciali; Peisistrato fece prestiti ai piccoli agricoltori per strumenti e attrezzature. In alcuni casi i possedimenti degli aristocratici esiliati sembrano essere stati smembrati, ma la forza maggiore nel ridurre il controllo aristocratico sull’Attica rurale sembra essere stata la regolarizzazione del governo. Peisistrato istituì un sistema di giudici itineranti per fornire processi statali di casi rurali sul posto; egli stesso fece dei giri di ispezione.

Questa vasta attività culturale e politica fu finanziata dalle entrate di Peisistrato dalle miniere del monte Pangeo e da fonti interne. Le miniere d’argento di Laurium erano di proprietà dello stato, e le tasse venivano riscosse dal crescente commercio nei porti ateniesi. Peisistrato istituì una tassa, probabilmente del 5%, sulla produzione agricola. Durante un giro d’ispezione, secondo una famosa storia, vide un contadino che scavava in un campo di pietre e chiese quale fosse il suo reddito. Quando il contadino rispose: “Solo tanti dolori e dolori; e di questi dolori e dolori Peisistrato dovrebbe prendere il suo 10 per cento”, il tiranno rimise tutte le tasse al contadino franco.

L’industria e il commercio ateniesi si espansero enormemente nella seconda metà del VI secolo; il principale contributo del governo peisistratide a questi sviluppi fu probabilmente la garanzia della tranquillità interna e la protezione degli immigrati stranieri.

Esternamente, il tiranno perseguiva una politica di pace, probabilmente perché non osava permettere alla cittadinanza ateniese di portare le armi in una grande guerra. Ma in questo periodo il mondo greco era anche in un temporaneo stato di equilibrio. Nell’Egeo, Peisistrato aiutò amici come Lygdamis di Naxos a diventare tiranni locali. Purificò l’isola sacra di Delo rimuovendo le vecchie tombe vicino al suo tempio di Apollo. I suoi sforzi principali, tuttavia, si concentrarono nell’ottenere il controllo dell’Ellesponto, attraverso il quale arrivava il grano esportato dalla Russia meridionale. A questo scopo si assicurò il comando di Sigeum e insediò un figlio minore, Egesistrato, come suo sovrano. Ancora più importante, incoraggiò l’ateniese Milziade a guidare un’impresa privata che ottenne il dominio su Chersonesus (vicino alla moderna Sebastopoli, Ucraina).

Alla morte di Pisistrato, Atene era ancora molto meno importante politicamente e militarmente di Sparta. Commercialmente, stati come Mileto, Corinto ed Egina erano almeno altrettanto attivi, e il tiranno contemporaneo Policrate di Samo era un importante patrono delle arti e delle lettere. Tuttavia, l’unificazione religiosa e patriottica di Atene aveva fatto grandi progressi durante il governo calmo e uniforme di Pisistrato. Come riporta Aristotele, divenne un detto comune che la tirannia di Pisistrato era stata l’età di Crono, l’età dell’oro.

Potresti essere interessato anche agli argomenti

Quali furono alcune delle riforme di Cleisto?

Attraverso le riforme di Cleisto, il popolo di Atene dotò la sua città di istituzioni isonomiche – diritti uguali per tutti i cittadini (anche se solo gli uomini liberi erano cittadini) – e stabilì l’ostracismo come punizione.

Continua…

Quali sono due cambiamenti che Peisistrato fece ad Atene?

Contributo alla crescita di Atene Peisistrato migliorò il suo approvvigionamento idrico costruendo un acquedotto che alimentava la fontana Enneakrounos ai margini dell’agorà. Abbellì e sistematizzò anche il mercato stesso; negli scavi dell’agorà sono stati trovati segni di confine del VI secolo.

Continua…

Quali furono le riforme di Solone?

Proibì l’esportazione di prodotti diversi dall’olio d’oliva, coniò una nuova moneta ateniese su uno standard più universale, riformò lo standard di pesi e misure e concesse la cittadinanza agli artigiani immigrati. Le riforme influenzarono anche la struttura politica di Atene.

Continua…

Cosa crearono i demes?

I demes erano combinati con altri demes della stessa area per creare dei trittyes, gruppi di popolazione più grandi, che a loro volta erano combinati per formare le dieci tribù, o phylai di Atene.

Continua…

Si può restituire un articolo assemblato a wayfair?

Mobili assemblati – Mentre non è possibile restituire i mobili già assemblati, è assolutamente possibile prendere con cura una parte, inscatolarla e restituirla.

Continua…

Posso restituire articoli wayfair a Walmart?

Gli articoli Wayfair possono essere restituiti a Walmart? Anche se puoi trovare alcuni articoli Wayfair disponibili per l’acquisto nel negozio online di Walmart, non possono essere restituiti a Walmart.

Continua…

Devo pagare la spedizione di ritorno?

Un’etichetta per la spedizione di ritorno è un’etichetta postale prepagata e preindirizzata che consente ai clienti di restituire al venditore la merce acquistata. … Quando si utilizzano le etichette per la spedizione di ritorno, i clienti non hanno bisogno di aggiungere l’affrancatura poiché il venditore del prodotto ha già incluso le spese di spedizione sull’etichetta di spedizione.

Continua…

Wayfair ti permette di tenere i mobili danneggiati?

Ma una fonte interna dice al Reader’s Digest che puoi effettivamente tenere il prodotto danneggiato, e te ne manderanno uno nuovo. Tutto quello che dovrai fare è inviare loro delle foto del danno in modo che possano informare il fornitore per evitare che si verifichi in futuro.

Continua…

Quali effetti ebbero le riforme fondiarie di Peisistrato sul potere economico di Atene?

Il regno stabile di Pisistrato rese praticabile la coltivazione di tali colture, e in breve tempo Atene produsse abbastanza olive da diventare un’economia di esportazione. A sua volta questo produsse una massiccia spinta all’artigianato, specialmente alla ceramica, che veniva usata per trasportare il raccolto.

Continua…

Quale leader fece delle riforme che posero le basi per la democrazia ateniese?

Nell’anno 507 a.C., il leader ateniese Cleistene introdusse un sistema di riforme politiche che chiamò demokratia, o “governo del popolo” (da demos, “il popolo”, e kratos, o “potere”). Fu la prima democrazia conosciuta nel mondo.

Continua…

Quali furono le riforme di Efialte?

Alla fine del 460 a.C., egli supervisionò le riforme che diminuirono il potere dell’Areopago, un tradizionale bastione del conservatorismo, e che sono considerate da molti storici moderni come l’inizio della democrazia radicale per la quale Atene sarebbe diventata famosa.

Continua…

Cosa facevano i demi?

I demes dell’Attica erano corporazioni locali con poteri di polizia e propri beni, culti e funzionari. I membri si riunivano per decidere le questioni relative ai demes e tenevano i registri delle proprietà ai fini della tassazione. Le bouletai (membri della Boule ateniese, o Consiglio dei 500) erano selezionati da ogni deme in proporzione alla sua dimensione.

Continua…

Wayfair ha una buona politica di restituzione?

Se l’articolo non è quello giusto, ti aiuteremo a risolverlo e ti lasceremo andare. Puoi restituire la maggior parte degli articoli per un rimborso o un credito del negozio entro 30 giorni dalla consegna. Si applicano le spese di spedizione per la restituzione e l’articolo deve essere nelle sue condizioni originali e nella sua confezione per essere accettato.

Continua…

Posso restituire un divano se non mi piace?

Se il divano che è stato consegnato è danneggiato, di scarsa qualità, inadatto allo scopo o non è come descritto, hai il diritto di rifiutarlo e richiedere un rimborso.

Continua…

Wayfair richiede la restituzione di articoli danneggiati?

La loro politica di restituzione afferma che, “Se un articolo arriva danneggiato o con parti mancanti, si prega di avvisarci entro 30 giorni”. Ma se Wayfair non può sostituire le parti, farà ritirare il pacco originale da un corriere e ti invierà una sostituzione completa e gratuita.

Continua…

Articolo precedente

Cos’è il filo verde in una prolunga?

Articolo successivo

Le foglie di foxglove sono sfocate?

You might be interested in …

Qual è il concetto di guerra giusta?

La teoria della guerra giusta specifica le condizioni per giudicare se è giusto andare in guerra, e le condizioni per come la guerra dovrebbe essere combattuta. Sebbene sia stata ampiamente sviluppata da teologi cristiani, può […]

Cos’è l’approccio della scelta pubblica?

Scoprite questo argomento in questi articoli: Riferimenti assortiti applicazione all’economia politica In economia politica: Economia politica nazionale e comparata …benefici e la minimizzazione dei costi, e i teorici della scelta pubblica si concentrano su come […]

Cosa c’è scritto sulla prima Dare Stone?

Le famose – e, per alcuni, famigerate – Dare Stones fanno parte della tradizione della Brenau University dalla fine degli anni ’30. Si tratta di una collezione di un gran numero di pietre incise che […]